Operatori dell'AULSS5 Polesana "scoprono" la LIS

Rovigo, 18 dicembre 2019

Una settimana di formazione innovativa e partecipata per il personale dell’azienda socio-sanitaria AULSS5 Polesana di Rovigo e provincia. Tema: la sordità, le difficoltà, a volte sconosciute, di comunicare con un paziente sordo e le possibili soluzioni.  Un'occasione importante per dare informazione e formazione su temi, quelli della sordità e della lingua dei segni, su cui spesso ci sono convinzioni errate, falsi “miti” da sfatare, e buone prassi da apprendere per accogliere al meglio i pazienti sordi.
Si sono capite le principali differenze di approccio alle difficoltà di comunicazione con cittadini sordi oralisti o segnanti. 
Si è visto quanto sia efficace una comunicazione assistita con un interprete professionista.
Si è capito assieme ai numerosi operatori che hanno partecipato al corso, come ad esempio l’utilizzo di tecniche di comunicazione scritta come “il classico foglietto” non sia per nulla una soluzione che consenta una comprensione efficace, e che al contrario può creare gravi incomprensioni. 
Ma perché?

Momenti del corso di formazione per personale interno dell'AULSS5 Polesana da parte di VEASYT 

Lo Staff di VEASYT, spinoff della ricerca del Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati dell’Università Ca’ Foscari Venezia, esperto nell’ambito dell’accessibilità linguistica, dopo una panoramica su che cos’è la sordità dal punto di vista medico, ha sciolto molti dubbi e false convinzioni. Come quella sull’inefficacia “del foglietto scritto” tra medico e paziente sordo. 
Ha illustrato gli aspetti socio-linguistici che sono determinanti per le difficoltà di comunicazione delle persone sorde. E quali sono le conseguenze, a volte drammatiche se non si utilizza un servizio di interpretariato professionale di LIS con le persone che utilizzano la lingua dei segni.

Corso di formazione in ambito aziendale sul tema dell'accessibilità in LIS (immagine a sinistra)
Presentazione del servizio VEASYT Live! attivo presso gli ospedali e distretti dell'AULSS5 Polesana di Rovigo (immagine a destra)

Gli operatori dell’AULSS5 Polesana hanno così potuto conoscere le difficoltà di comunicazione che spesso si riscontrano con i cittadini sordi, che possono a volte trasformarsi anche in disabilità comunicative. Dopo questo momento di formazione innovativo nel tema e nelle modalità di presentazione, gli operatori dell’ospedale di Rovigo e delle sedi distrettuali di Trecenta e Adria, in occasione di dialogo e contatto con pazienti sordi potranno adottare prassi e attenzioni adeguate a garantire la corretta ricezione delle informazioni, fondamentale per garantire le adeguate cure in ambito socio-sanitario. Gli operatori al termine del corso hanno calorosamente ringraziato i Dirigenti dell’Azienda ULSS5 e lo Staff di VEASYT per il momento di formazione e informazione su queste interessanti tematiche prima sconosciute e ignorate ma che di cui ora ne è stata capita l’importanza.

Visite mediche con video-interpretariato in LIS presso AULSS5 Polesana (immagine a sinistra)
Cittadino sordo con il Direttore Generale AULSS5 Polesana, Antonio Compostella (immagine a destra) 

E come spesso accade, “l’appetito vien mangiando”, e i partecipanti hanno richiesto la possibilità di avere nel corso dei prossimi mesi anche un secondo corso più approfondito sulla sordità e sulla LIS, che in collaborazione con la Direzione Generale e la Direzione Servizi Sociali, si sta programmando nei prossimi mesi. Questo importante momento di crescita per il personale interno è uno dei punti più importanti incluso nel pacchetto per l’accessibilità proposto da VEASYT agli enti che adottano il servizio di video-interpretariato in lingua dei segni, VEASYT Live!.

L’AULSS5 Polesana, una delle aziende in Veneto ad adottare l’innovativa soluzione, ha messo a disposizione del personale medico, infermieristico o amministrativo questo pacchetto di servizi per migliorare il rapporto con i pazienti sordi e garantire una crescita professionale ai propri dipendenti.
Con il servizio di video-interpretariato VEASYT Live!, il personale dell’AULSS5 può richiede l’intervento di un interprete LIS collegato in videochiamata, attraverso un computer, tablet o smartphone, in modalità istantanea senza la necessità di prenotare. Tutti i giorni dalle 8.00 alle 18.00.
A questo link la conferenza stampa di presentazione del servizio alla cittadinanza rodigina alla presenza del Direttore Generale.

 

Il corso di formazione per operatori è stato garantito anche presso le altre numerose aziende socio-sanitarie o amministrazioni pubbliche che, in maniera sempre più diffusa, rivolgono la loro attenzione alle specifiche necessità dei cittadini sordi e hanno deciso di attivare il servizio, come la AULSS3 Serenissima, la AULSS4 Veneto Orientale, la AULSS6 Euganea (Regione Veneto), l’ASST Sette Laghi di Varese (Regione Lombardia) e le aziende socio-sanitarie della Regione Basilicata, il Comune di Padova e il Comune di Treviso.

Se vuoi che anche la tua Azienda Socio-Sanitaria, Comune, Ente o Azienda sia accessibile in LIS, contattaci all'indirizzo email info@veasyt.com o al numero 041 2345715.


Articoli correlati:

- VEASYT Live! presso AULSS5 Polesana
- VEASYT Live! presso ASST Sette Laghi di Varese
VEASYT Live! presso AULSS 4 Veneto Orientale
- VEASYT Live! per dipendenti sordi ai corsi aziendali all'AULSS6 Euganea
VEASYT Live! presso il Comune di Padova
VEASYT Live! presso AULSS 6 Euganea
VEASYT Live! presso il Comune di Treviso
VEASYT Live! presso AULSS 3 Serenissima
Legge Regione Veneto
Leggi Regionali di riconoscimento della LIS