Il progetto VEASYT Live! for conference, interpretariato da remoto per conferenze, è ora realtà!

di M. Greco

Esattamente un anno fa, ero qui a raccontare l’inizio della sfida di “VEASYT Live! for conference”: sviluppo di soluzione linguistica e tecnologica per l’erogazione di servizi di video-interpretariato di conferenza da remoto” in questo articolo. Molti di voi in questo tempo avranno imparato a conoscermi ma…mi ripresento.
Mi chiamo Margherita Greco e sono un’interprete italiano – lingua dei segni italiana (LIS). Per un anno, dal mese di settembre 2016 al mese di agosto 2017, ho collaborato con il Dipartimento di Studi Linguistici e Culturali Comparati (DSLCC) dell'Università Ca' Foscari Venezia e VEASYT, grazie all’assegno di ricerca della durata di 12 mesi bandito dal DSLCC all’interno del Programma Operativo FSE 2014-2020 della Regione Veneto.

Collage immagini che rappresentano la ricerca. Interprete LIS, interpretariato da remoto.

Un anno di tempo per sviluppare una soluzione valida per fornire servizi di interpretariato da remoto in ambito di conferenza a partire dai servizi di video-interpretariato che VEASYT già offre in ambiti di trattativa, in lingue vocali e lingue dei segni. Il lavoro è stato suddiviso in diverse “fasi” in modo da poter testare il servizio durante una conferenza al termine del mio assegno di ricerca.

Dopo una prima fase di studio dello stato dell’arte sull’interpretariato da remoto mediato o no dal video, ho iniziato subito a entrare nel concreto con dei test tecnici presso gli spazi di Ca’ Foscari. Ho verificato i dispositivi da utilizzare, la webcam, le cuffie e i microfoni più adatti per un servizio di video-interpretariato in LIS. Da un coinvolgimento iniziale dei docenti, si sono poi coinvolti gli studenti sordi e gli interpreti professionisti messi già a disposizione dall’Ateneo per gli studenti iscritti.
Nel mese di febbraio 2017 si sono presentati i primi dati dello studio ad un Convegno Internazionale sull’interpretariato tenutosi a Carmona, in Spagna.
Nell’ultima fase del progetto si è analizzato il contesto di conferenza vero e proprio testando, con il coinvolgimento anche di un interprete di lingue vocali, l’application sviluppata ad hoc per permettere al pubblico l’ascolto o la visione dell’interprete che lavora da remoto nei convegni.

Collage immagini che rappresentano la ricerca. Interprete LIS, interpretariato da remoto.

Durante il percorso, sono stata supportata nella mia ricerca da due attività in particolare: l’Action Research  ha coinvolto un tecnico che ha fornito consigli e spunti tecnici molto utili per l’utilizzo della piattaforma VEASYT Live! for conference e il Coaching che mi ha permesso di confrontarmi con un interprete di inglese.
I risultati finali possono essere considerati molto più che soddisfacenti, sono stati raggiunti gli obiettivi prefissati: da progetto di ricerca a servizio disponibile per coloro che ne faranno richiesta.
Essendo questo un metodo di semplice realizzazione e di grande utilità per le persone sorde e straniere, auspico che il servizio verrà utilizzato molto presto dagli Atenei italiani e dagli organizzatori di diversi convegni e conferenze che desiderano offrire servizi di interpretariato in lingue vocali e lingue dei segni utilizzando la tecnologia che fa sempre più parte della vita di ognuno di noi.

Margherita Greco
Assegnista di ricerca del DSLCC presso l'Università Ca' Foscari Venezia.
Interprete italiano-LIS.

 
 

trovare interprete cercare interprete

VEASYT offre la possibilità di guardare la traduzione in lingua dei segni italiana (LIS) di questo articolo a cura di Margherita G., interprete di italiano - LIS (lingua dei segni italiana):

Perché traduciamo gli articoli del blog in LIS?