Interpreti di LIS in videochiamata presso le ULSS di Padova e provincia

Dal 18 agosto 2016, anche i cittadini sordi di Padova e provincia, grazie alle ULSS 16 Padova, ULSS 15 Alta Padovana e ULSS 17, potranno avere a disposizione gratuitamente il servizio di video-interpretariato a distanza in lingua dei segni italiana (LIS), all’interno delle strutture ospedaliere delle tre ULSS padovane.
Il servizio sarà attivo dal lunedì alla domenica, dalle ore 8.00 alle ore 18.00 in modalità istantanea, senza prenotazione. Entro tre minuti dalla richiesta di videochiamata un interprete di LIS professionista sarà a disposizione del medico e dei pazienti sordi per garantire una efficace e completa comunicazione.

È inoltre possibile per i pazienti sordi che necessitano di visite mediche, di controlli ed esami o altro, prenotare la visita e contemporaneamente richiedere la presenza dell’interprete di LIS collegato in videoconferenza da remoto per trasmettere tutte le comunicazioni dal medico al paziente e viceversa.

Il servizio di video-interpretariato in LIS è attivo presso:
- Ospedale Sant’Antonio di Padova;
- Ospedale Immacolata Concezione di Piove di Sacco;
- Ospedale di Camposampiero;
- Ospedale di Cittadella;
- Ospedali Riuniti Padova Sud Madre Teresa di Calcutta di Schiavonia (Monselice).

Grazie alla visione del Direttore Scibetta, il servizio di video-interpretariato è oggi disponibile per la prima volta in un territorio così ampio e importante che copre quasi tutta la provincia di Padova, dall’Alta Padovana fino a Piove di Sacco. In questo modo anche le persone sorde residenti in provincia e non hanno la possibilità di usufruire di un interprete di LIS collegato in videochiamata in caso di urgenza o di visite mediche direttamente nelle strutture socio-sanitarie di afferenza.

fotografie dell'ospedale sant'antonio di padova cittadella monselice per interprete per sordi di lingua dei segni italiana lis in ospedale

La Regione Veneto e le strutture socio-sanitarie della Regione si dimostrano sempre più attente alle esigenze di comunicazione dei loro cittadini sordi, dimostrando con l’attivazione di un servizio di video-interpretariato in LIS il desiderio di abbattere tutte le barriere, anche quelle linguistiche, spesso trascurate e invisibili.

Ci uniamo all’augurio del Presidente della Regione Veneto Luca Zaia, auspicando che tale fondamentale servizio venga esteso presto a tutte le ULSS del territorio e ai più importanti uffici della pubblica amministrazione, affinché tutti i cittadini sordi veneti possano godere dell’interprete di LIS nell’ambito socio-sanitario, fondamentale per la vita di una persona, e in generale in tutti gli ambiti della pubblica amministrazione.

Visualizza il comunicato stampa: CLICCA QUI.

VEASYT offre la possibilità di guardare la traduzione in LIS di questo articolo a cura di Linda C., interprete di italiano - LIS (lingua dei segni italiana):

Perché traduciamo gli articoli del blog in LIS?